CITTA' FUTURA MONTECCHIO - ETA BETA 3-4 (2-0)

Stampa

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

CITTA’ FUTURA – ETA BETA 3-4 (2–0)

Etabeta:

Palmucci (C)-Pace-Artigiani-Cefariello-Ettaj-Iacucci-Lourencete-Palazzi-Peverini-Pieri-Pietrelli-Valente

Reti:

Valente – Peverini (2) - Lourencete

 

L'Eta Beta centra la sua terza vittoria consecutiva in altrettante giornate di campionato, battendo con un rocambolesco 4 a 3 il Città Futura Montecchio compiendo una rimonta esagerata, considerando che a circa dodici minuti dalla fine della partita era sotto di tre gol a zero.

I bianco azzurri locali si portano immediatamente in vantaggio al 3° di gioco grazie ad una grande giocata di Hysa che di forza si libera di due avversari e calcia un “bolide” che s’insacca sotto l’incrocio dei pali, una delle poche emozioni dell’inizio gara che si anima di nuovo al 14° quando Paolillo si gira bene sulla sinistra e dopo aver saltato un uomo sigla il 2 a 0 sull’uscita di Palmucci; la reazione granata è immediata ma senza esito in quanto nella stessa azione Pietrelli centra il palo, Palazzi sulla ribattuta trova il “miracolo” di Mariotti ed infine Valente da buona posizione calcia fuori. L’Eta Beta continua a far la partita, visto il doppio svantaggio, ma anche la conclusione di Cefariello da fuori non centra la porta mentre il Città Futura si fa vedere dalle parti della porta granata con veloci contropiedi e quello di Hysa al 26° viene salvato da Palmucci che devia di pugno, azione che chiude le emozioni, a dir la verità poche, del primo tempo.

La ripresa riparte con la tripla parata di Palmucci che evita la rete sulla conclusione ancora di Hysa al 1° minuto, lo stesso portiere ospite deve però capitolare per la terza volta al 5° quando il giocatore albanese serve su punizione dal limite Bertozzi che da buona posizione deposita la palla in rete. L’Eta Beta è frastornata dal triplo svantaggio e impiega un po’ di tempo per riorganizzare le idee fino al 10° quando una  splendida triangolazione Ettaj Peverini impegna severamente l’ex Mariotti, che si salva in due tempi mentre un paio di minuti dopo Ettaj serve di tacco Valente che da posizione defilata calcia fuori. Al 17° Poggiaspalla viene espulso per doppia ammonizione e sulla punizione seguente Lourencete serve Peverini che lascia il tiro ad Ettaj il quale trova la deviazione di Mariotti che nulla può sulla ribattuta di Valente che riapre la partita mentre al 22° Peverini servito da calcio d’angolo da Ettaj sigla la seconda rete dei granata; a questo punto l’assedio dell’Eta Beta è totale ma al 23° Mariotti salva ancora sul tiro di Pietrelli dal limite mentre al 26° Ettaj calcia forte ma non inquadra la porta; lo stesso giocatore marocchino viene espulso per doppia ammonizione un minuto dopo e al 28° Lourencete con un forte tiro su punizione da centrocampo completa la rimonta portando il risultato sul 3 a 3, risultato che sembra definitivo visto il poco tempo ancora da giocare e invece al 32° Brancorsini da fuori area centra una clamorosa traversa e nell’azione dopo Pietrelli viene stoppato da Mariotti in uscita ma sulla ribattuta Peverini sigla la rete della vittoria che porta in “paradiso” l’Eta Beta.

Ancora una volta grande prova di carattere dei ragazzi di Mister Bargnesi che compiono un’autentica impresa sportiva ribaltando un risultato che sembrava ormai definitivo in virtù di quanto visto fino a metà ripresa; i granata rimangono al primo posto in classifica mettendo in cascina punti fondamentali che serviranno in seguito quando la strada sarà ancora più difficile.